Archivio per ottobre, 2008

Fabrizio De André – La Morte

Posted in Musica on ottobre 28, 2008 by luvemil

Secondo appuntamento con la nostra rubrica musicale. Per quanti non amano lo stile di De André (sono molti) dico non ascoltatela nemmeno questa canzone, vi arrabbiereste soltanto. Sono conscio del fatto che non tutti sono della levatura intellettuale e della sensibilità adatta ad apprezzare questa che è a tutti gli effetti poesia.

Questa canzone ha per me un valore importantissimo, si può dire che la mia visione corrente del contigente è tutta racchiusa in queste strofe: è tutto inutile.

PS: Adesso che l’ho scritto ho notato la cacofonia della parola tutto. È uno di quei momenti in cui mi sento estraneo ad ogni cosa (a tutto), e le parole perdono la loro veste semantica, rimane soltanto la parola in sé per sé, e ora non vedo in essa il significato, ma solo lettere e suoni, e capisco quanto sia grande l’uomo (italiano per lo meno) ad aver costretto un concetto talmente esteso in una parola così orrenda: tutto.

PPS: Chiedo perdono per quanti fra voi, miei cari due lettori, non hanno capito nulla di quello che ho scritto nel primo post scriptum. Vi autorizzo a chiedermi spiegazioni (non è detto che ve le dia, ma se siete convincenti…).

Segue il testo della canzone

Continua a leggere

Annunci

Protesta contro la riforma Gelimini

Posted in Blog on ottobre 23, 2008 by luvemil

Quest’oggi un gruppo sparuto di studenti, smuovendo le nobili coscienze del gregge di pecore che frequenta il mio liceo, ha improvvisato una protesta organizzata contro la riforma Gelmini, una sorta di pseudo-occupazione.

Tralascio i dettagli, perché sarebbe veramente un’offesa all’intelligenza umana pensare a questo raduno di “braccia rubate all’agricoltura” (come ama definirli un professore che stimo molto) come ad una protesta, e riporto solo i punti salienti:

Continua a leggere

Bocca di Rosa

Posted in Musica on ottobre 22, 2008 by luvemil

Inauguriamo con questa stupenda canzone la sezione musicale del blog. Mi premurerò di inserire in questa categoria le canzoni che ritengo più significative.

Cominciamo con qualcosa di soft e orecchiabile, ma comunque con un senso profondo. Bocca di Rosa è sicuramente una delle mie canzoni preferite, se non LA mia canzone preferita, sebbene non sia questo il genere di musica che ascolto principalmente.

Segue il testo.

Continua a leggere

Sul perché della Vita, dell’Universo, di Tutto

Posted in Blog on ottobre 21, 2008 by luvemil

A parte poche eccezioni, al mondo tutti, uomini e animali, lavorano con tutte le forze, con ogni sforzo, dal mattino alla sera solo per continuare ad esistere: e non vale assolutamente la pena di continuare ad esistere; inoltre dopo un certo tempo tutti finiscono. È un affare che non copre le spese.
Arthur Schopenhauer

Ora non ho voglia di commentare, magari più tardi se avrò voglia. Vi invito però a meditare su questo estratto del pensiero di Schopenhauer e su quanto segue:

La risposta alla Domanda Fondamentale sulla Vita, l’Universo e Tutto quanto è: 42

Hello, World!

Posted in Blog on ottobre 20, 2008 by luvemil

Con questo articolo inizia questo blog nato da un capriccio del sottoscritto. Ci tengo a precisare che è nato da un capriccio affinché nessuno si aspetti nulla da esso, perché l’unico lettore per cui sono scritte queste pagine è il sottoscritto, che è sufficientemente egocentrico da rendere pubblico l’accesso a qualcosa scritto per sé. Scherzi a parte il blog ovviamente non è scritto unicamente per me, e tuttavia non è scritto nemmeno per qualcuno in particolare, anzi non ha nemmeno un tema particolare, potrebbe morire fra un mese o trasformarsi drasticamente nell’arco di due, e da qui a un po’ di tempo portebbe aumentare il numero degli scrittori, potrei decidere di comprare un host o di lasciarlo qui su wordpress.com ma non importa quello che sarà, importa il fatto che qui verrà scritto qualcosa.

Finita l’introduzione cominciamo con le presentazioni che mi sembrano doverose. Io sono… si può indicare con un nome l’essere di una persona? Non penso. Allora mettiamola così, mi chiamo Marco Tarantino, abito in un luogo non meglio definito dell’Italia, ho un’età a due cifre, che non mi consente ancora di abbandonare il liceo ma mi permette almeno di guardare l’uscio da cui dovrò uscire a breve, ho un aspetto fisico decisamente trascurabile, degli hobby altrettanto futili (lo dimostra il fatto che sto scrivendo questo blog) e, udite udite miei cari due lettori, anche se vi sembrerà strano, una ragazza. Penso che ora abbiate una quantità sufficiente di dati sulla mia persona.

Come articolo introduttivo mi sembra sufficiente. Mi restano soltanto i ringraziamenti, che, come tutti voi sapete, si inseriscono sempre all’inizio di un’opera.

Ringrazio la mia ragazza (che, per quanti non l’avessero capito, è una dei due lettori a cui mi riferisco e che mi aspetto… l’altro sono io), la redazione di WingsOfMagic (per avermi fatto scoprire WordPress, oltre che per avermi dato il coraggio di scrivere, senza il quale ora non sarei qui… aggiungerei per la vostra gioia) i miei genitori (per avermi messo al mondo) e tutti i miei amici (per sopportarmi) perdonatemi se non vi chiamo uno ad uno. Mi scuso anche per aver deluso qualcuno che conoscendomi avrebbe pensato che non mi sarei mai abbassato a tanto, ho deluso me stesso prima di chiunque altro.